Wafels, croquettes, waterzooi, grauffres e molto altro…

Belgio, invidia caramellataLa gastronomia belga è l’espressione dell’arte culinaria sviluppatasi in Belgio. Questo tipo di cucina ha reinterpretato la tradizione gastronomica della vicina Francia in maniera del tutto originale, adattandola ai prodotti tipici offerti dal suo territorio.

Oltre al cioccolato, di cui abbiamo ampiamente parlato, baluardi della cucina belga sono la birra, le patatine fritte, i celebri cavoletti di Bruxelles, i “wafels” (in fiammingo) o “gaufres” (in francese).
In Belgio, come in molti altri paesi nordici, generalmente il pasto principale è quello serale, composto di solito da un piatto unico, preceduto eventualmente da un antipasto o seguito da un dolce. Per questo motivo i piatti in cui meglio si esprime la tradizione culinaria belga sono quelli “unici”.
Come primi piatti si mangiano spesso minestre e zuppe calde (passati di verdure). Particolarmente popolari risultano per esempio la zuppa di cavolo, di panna e prosciutto crudo, la crema di piselli, di porri e di rabarbaro. Sono diffuse anche delle tipiche torte salate, il cui ingrediente base può essere il cavoletto di Bruxelles o altre verdure.

Per quanto riguarda i secondi piatti, il Belgio, grazie alla sua posizione, ha un’ottima tradizione sia nel campo del pesce, pescato nel Mar del Nord, sia nel campo della carne, proveniente dalle fertili pianure del Brabante. La vicinanza del mare ha incentivato l’elaborazione di tantissime pietanze a base di pesce e crostacei, come le croquettes crevettes, ovvero di particolari crocchette contenenti gamberetti.

Uno dei secondi più celebri è il waterzooi, tipico di Gent ma diffuso in tutto il paese: un piatto di pollo con panna, verdure e ortaggi.
Molto comune è il consumo di frutti di mare, tra i quali i più amati e diffusi sono sicuramente i mitili (cozze), altri prodotti tipici sono l’anguilles au vert, un’anguilla stufata nel vino bianco con salsa verde, ed i jefke, filetti di aringa marinati con scalogno e fagioli bianchi serviti con olio, aceto, limone e maionese.

Tipici sono i dolci fritti e alla piastra, spesso consumati per strada: oltre alle classiche frittelle, si trovano le smoutebollen, le gauffres: morbide cialde guarnite con panna, cioccolato fuso, marmellata o semplice zucchero. Altre leccornie del Belgio sono il gracht brood, un dolce cotto al forno  e rifinito con zucchero caramellato e gli speculoos, biscotti dolci e croccanti alla cannella.