Ciclismo, che passione!

Ciclismo in BelgioUno degli sport più seguiti a livello nazionale è il ciclismo, la conformazione territoriale di questo Paese si presta in maniera eccellente ad ospitare corse su due ruote, non a caso alcune classiche del ciclismo si disputano in Belgio.
La prima domenica di aprile si disputa il Giro delle Fiandre, una settimana prima della Parigi-Roubaix. Questa gara venne ideata dal giornalista Karel Van Wynendaele, fondatore del giornale Sportwereld, e si tenne per la prima volta il 25 maggio 1913: quella prima edizione prevedeva un percorso di 330 chilometri che passava in tutte le più caratteristiche località del Belgio, come Gand e Bruges, nel cuore delle Fiandre.
Oggi gli elementi caratterizzanti di questa corsa sono i muri, tratti di salita brevi ma molto ripidi, spesso ricoperti in pavé. Negli ultimi anni il percorso del Fiandre si svolge sulla distanza di 250-260 km (dal 1998 si parte da Bruges) e attraversa, anche più di una volta durante la stessa gara, circa 15-18 muri.
Il muro più famoso e difficile è di di Grammont, una salita breve, ma molto ripida, che si trova a Geraardsbergen.
La quarta domenica di aprile si svolge invece la Liegi-Bastogne-Liegi, una corsa in linea maschile di ciclismo su strada, la più antica tra le cosiddette classiche: soprannominata per questo la Doyenne, la decana, si svolge lungo un percorso di circa 260 km, con partenza da Liegi. Si percorrono più di 90 km fino ad arrivare a Bastogne, vicino al confine con il Lussemburgo, da qui si torna verso Liegi percorrendo una strada diversa per più di 160 km.
L’itinerario della corsa si svolge per la maggior parte nel massiccio delle Ardenne nel quale il fiume Ourthe e i suoi affluenti hanno creato profonde valli. Le colline da scalare tra le valli costituiscono le còte, tra cui la celebre Redoute, che tipicizzano la Classica ultracentenaria.