Anversa Anversa Anversa Anversa Anversa

Anversa

Secondo una leggenda Anversa deve il proprio nome all’uccisione del gigante cattivo Antignon che regnava sulla zona, da parte del soldato romano Brabone. Il soldato tagliò la mano al gigante e la gettò nella Schelda nel luogo in cui poi sorse la città. Nella piazza di Groete Markt è possibile ammirare la fontana di Brabone nell’atto di lanciare la mano zampillante. Ora la città è un interessante mix di architetture rinascimentali, moderne e art nouveau ed è una meta adatta a tutte le età e dai mille interessi.
Il centro della città e suo ideale punto di partenza è la Piazza del Mercato Grande o Groete Markt. Qui sorgono la Stadhuis ovvero il municipio di Anversa, la celebre fontana di Brabone e le antiche e caratteristiche case delle corporazioni con le forme verticali e le finestrate di vetro e piombo.
La torre della cattedrale è uno dei segni distintivi della città. Alta 123 metri, ci vollero 169 anni per completarne la costruzione e tuttora è l’edificio gotico più alto di Belgio e Olanda. L’ingresso costa 6 € e all’interno si possono ammirare alcuni dei dipinti principali di Rubens.
Partendo dall'angolo nord di Groete Markt, si sale sulla passeggiata sopraelevata in ferro lungo la Schelda, uno dei luoghi più suggestivi e caratteristici della città. In fondo a questo lungo-fiume uno dei locali simbolo della città, lo Zuidterras, dove poter pranzare o riposarsi di fronte ad un cappuccino dominando con la vista il largo fiume.
Anversa è per definizione la capitale dei diamanti. Nella zona accanto alla Stazione Centrale sono ordinatamente assiepate le vetrine dei negozi delle gioiellerie che vendono diamanti in tutte le loro forme, e per un range abbastanza ampio di prezzi. Una delle zone più caratteristiche della città.